Alla scoperta delle origini degli occhiali

Gli occhiali sono un sistema di correzione della vista noto a tutti e ampiamente utilizzato. Ma come sono nati davvero gli occhiali? Ecco la storia di questo prezioso strumento!

La nascita delle lenti da vista

Per quanto l’uomo abbia compiuto nel corso dei secoli passi da giganti in molti campi dello scibile umano, la correzione della vista mediante l’utilizzo di lenti è una scoperta piuttosto recente in quanto solo nel XIII secolo si inizia a parlare di lenti da vista.

L’invenzione si deve a studiosi italiani che scoprirono come il vetro realizzato dai vetrai di Murano potesse ingrandire, se posizionato in un certo modo, oggetti e testi.

Poco alla volta questi pezzi di vetro cambiarono forma e assunsero la forma delle lenti a mano in grado di correggere il difetto della miopia. Per gli occhiali da indossare, però, è necessario attendere altri 200 anni circa.

Come sono nate le montature degli occhiali

Nel 1500 circa compaiono le prime montature sulle quali incastonare le lenti da vista. Si tratta di prodotti ben diversi rispetto a quelli moderni in quanto la loro forma era priva di ganci, quindi la lente scivolava costantemente dal naso.

Solo nel XVIII secolo il problema fu parzialmente risolto con l’avvento del monocolo, considerato pure un elemento di grande eleganza. Gli occhiali moderni, con montatura a stanga, faranno la loro comparsa solo nei primi anni del Novecento.

Tutti gli antenati dei moderni occhiali possono essere ammirati all’interno del Museo dell’occhiale che si trova a Belluno.