Le principali patologie dell’occhio

La vista è uno dei sensi più importanti che ci permette di vivere a pieno la bellezza del mondo; sono la porta d’accesso al nostro cervello, stimolato continuamente da ciò che vediamo.

Per questo motivo la salute degli occhi è fondamentale e, ovviamente, l’unico modo di preservare la propria vista negli anni è la prevenzione, con appuntamenti periodici dall’oculista.

Gli errori di rifrazione e le problematiche connesse

Le problematiche più comuni della vista sono strettamente legate ad errori di rifrazione, ossia il meccanismo per cui la luce passa attraverso la pupilla e la cornea.

Spesso il bulbo oculare, la forma della cornea o semplicemente l’invecchiamento della struttura che forma l’occhio, portano alla presenza di problematiche visive. Così, a seconda della forma dell’occhio una persona potrà avere ipermetropia, miopia o astigmatismo.

Chi soffre di miopia non riesce a vedere gli oggetti o il mondo intorno solo da vicino, diversamente chi soffre di astigmatismo ha la visione delle cose completamente sfocata.

L’errore di rifrazione dovuto unicamente all’avanzare dell’età è la presbiopia, che consiste nell’indurimento del bulbo oculare che, di conseguenza, causa alterazioni alla vista.

La patologia degli anziani: la cataratta

Tra le patologie principali dell’occhio troviamo la cataratta. Questo tipo di patologia è strettamente legata all’età, per questo si presenta maggiormente in persone che hanno superato i 50 anni.

La cataratta si manifesta con un improvviso annebbiamento della vista; la patologia è una conseguenza di un deterioramento o di una lesione. Tra i fattori di rischio c’è l’esposizione ai raggi UV e traumi agli occhi. La patologia viene risolta facilmente attraverso un intervento chirurgico.